In Busatti siamo molto legati alla nostra terra, ecco perché ci sono tante piante e fiori nei nostri tessuti per il bagno

I contadini la mattina lavorano alacremente. Al pomeriggio, dopo un ricco desinare, si sentono soddisfatti e la zappa e la vanga si muovono a ritmi più lenti e cadenzati. È la terra che dà i tempi e le regole della vita. Tutti discendiamo da lei e nei nostri borghi abbiamo ancora la fortuna di sentirla vicina: nell’intimità familiare e nel lavoro quotidiano. Lo vedi anche da alcuni motivi dei nostri tessuti, ispirati a piante e fiori.

busatti-gal-benessere-10busatti-gal-benessere-3busatti-gal-benessere-2busatti-gal-benessere-8busatti-gal-benessere-4

Benessere verde

Alle tinte ambrate o spente delle fibre naturali di lino, cotone, lana e canapa aggiungiamo la solarità dei colori mediterranei. I nostri cotoni portano il nome della pianta che li decora: ecco quindi la Canaiola, un vitigno, la Candepola, l’edera, Rovere, una quercia, More di Bosco, un arbusto, Olivo selvatico, un albero dagli inconfondibili frutti e così via. È un continuo gioco di foglie, rami e frutti che porta in casa la natura generosa di queste terre.

busatti-gal-benessere-6busatti-gal-benessere-7busatti-gal-benessere-9busatti-gal-benessere-11busatti-gal-benessere-12

Canovacci, asciugamani, spugne e accappatoi dai nomi floreali

Non stupisce quindi che i nostri asciugamani da bagno abbiano i nomi dei fiori. L’eccezione è un tessuto in puro lino al 100% italiano, il Giglio, simbolo di Firenze insieme al Marzocco, ovvero il leone. Il Giglio è anche simbolo di Anghiari, testimone del forte legame con la sua capitale spirituale, Firenze, confermando il sodalizio fra terre, persone e valori.